La fotografia all’infrarosso – Lezione di Fiorenzo Rondi (19-03-2015) – aggiornamento del 12-02-2016

postato in: comunicazione, foto | 3

FOTOGRAFIA INFRARED (infrarosso)

di Fiorenzo Rondi (aggiornamento del 12 febbraio 2016)

Cenni e post-produzione principalmente per scatti con filtro esterno.
Per macchine con filtro interno le cose si facilitano.

  • I FILTRI

I filtri che si usano maggiormente per l’infrarosso sono il 720, l’800 e il 600. I numeri stanno ad indicare la lunghezza d’onda in nanometri che viene tagliata. Considerando che la luce infrarossa va dai 700 nm a 1mm, con i filtri 720 e 600 si cattura anche un po’ di luce visibile da sfruttare in fotografia come falsi colori. Mentre, invece, con l’800 avremo subito uno scatto in bianco e nero IR.

Questo tipo di IRnon è da confondere con quello termico, ben diverso.

  • ESPOSIZIONE

SCATTARE SOPRATTUTTO IN SITUAZIONI DI FORTE IRRAGGIAMENTO SOLARE, per ottenere i migliori risultati.

Per l’esposizione, se la macchina è modificata, ci si comporta come una fotocamera qualsiasi. Se non lo è si va con tempi piuttosto lunghi di posa (Indispensabile il cavalletto) controllando l’istogramma per l’esatta esposizione.

– Impostare diaframmi pari a f/8 o f/11 in modalità Manuale M o a priorità di tempi S

mettere a fuoco SENZA FILTRO IR, leggermente più avanti del normale, togliere l’autofocus e passare in MF

– montare il filtro IR senza modificare la messa a fuoco

– esporre per qualche secondo e verificare l’istogramma, modificare il tempo di esposizione allungandolo per foto tropo scure ( istogramma a sinistra ) o accorciandolo per foto sovraesposte (istogramma a destra ).

Visitare questo sito (in inglese) PER TUTORIAL E CONSIGLI

http://www.kolarivision.com/index.html

 

  • OBIETTIVI

Ci sono obiettivi che causano degli hot spot con la tecnologia IR. Per verificare se la vostra ottica è tra queste fate uno scatto con filtro e verificate la presenza di questo disturbo ( macchie molto chiare ) nelle immagini. A volte aprendo molto il diaframma questo fenmeno scompare.

Qui si può vedere una lista dei filtri che danno BUONE o CATTIVE performance:

http://www.kolarivision.com/lenshotspot.html

Per essere certi che la nostra fotocamera (non modificata) registri la luce infrarossa, basta attivare il LIVE VIEW e utilizzare un telecomando dei televisori davanti all’obbiettivo: l’occhio umano non vede nulla, ma sullo schermo della fotocamera si dovrebbe vedere il led del telecomando che lampeggia di bianco (la Nikon D5100 lo vede bene).

 

  • POST PRODUZIONE

E’ consigliato scattare in formato RAW per poter meglio correggere la bilanciatura del bianco, specialmente se non si riesce a creare un bilanciamento personale in fotocamera.

BILANCIAMENTO DEL BIANCO: si sceglie con il contagocce il punto più chiaro della foto (generalmente delle foglie o erba ) oppure si imposta di base la temperatura colore a 2000°k e la tinta a -80.

Eseguire poi la CORREZIONE OBIETTIVO e LA CORREZIONE ABERRAZIONI CROMATICHE

In PHOTOSHOP, si apre l’immagine da modificare poi

IMMAGINI REGOLAZIONI MISCELATORE CANALI

Nel canale di output ROSSO si porta l’indicatore del rosso a 0 e quello del blu a 100

Nel canale di output BLU si porta a 0 l’indicatore del blu e si porta a 100 quello del rosso

( il canale del verde e tutti i cursori del verde NON si devono toccare )

Si consiglia poi di modificare il tono dell’immagine in IMMAGINITONO AUTOMATICO

Tutte queste modifiche si possono registrare in una AZIONE di PHOTOSHOP, per creare un predefinito IR di base.
Da ora in poi, ogni modifica al contrasto o ai colori potranno dare risultati molto diversi, a gusto personale si possono ottenere immagini surreali, con falsi colori o in bianco/nero

Sperimentate con Photoshop

 Fiorenzo Rondi

P.S.: Se trovate una vecchia fotocamera usata sarebbe il massimo convertirla all’IR. Potete, così, scattare foto con tempi normali, senza usare il cavalletto, fotografando anche persone in movimento


 

Alcuni esempi di fotografia all’infrarosso di Fiorenzo Rondi:

_DSC8105 _DSC4959 _DSC7469 _DSC6862

 


UTILISSIMO il plugin ALCE per aumentare il micro-contrasto in photoshop

http://www.knowhowtransfer.com/it/apps-estensioni-filtri-plugin-photoshop-cs/alce-enfatizza-contrasto-locale/


3 risposte

  1. someanza-01

    Fiorenzo Rondi: articolo aggiornato il 12 febbraio 2016

  2. Gli alberi devono venire per forza bianchi ?mi hanno detto che non ho un buon filtro(720nn) perché la mia prova presenta i verdi , ovviamente la foto/immagine ha i colori tipici di una foto IR ma non la caratteristica consueta della vegetazione bianca.
    Ovvio. Sono all’inizio è devo ancora imparare

  3. Rondi Fiorenzo

    Gli alberi non devono per forza venire bianche però verdi è un po strano con il filtro che hai.
    Come fai il flusso di lavoro Stefano?

Lascia un commento